Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Graziano Campagna e le sue intuizioni sul trading sul forex

Esperto di calcolo e personalità tra le più illustri della scena finanziaria internazionale, Graziano Campagna è originario di Ariano Irpino, località che sorge nel territorio di Avellino, noto anche per la formulazione della Teoria degli Archi Temporali.

Esperto di Finanza, Forex e Trading, cresce nel paese natio e subisce la positiva influenza del padre, che lo introduce a valori come la professionalità e l’impegno civile: Mario Angelo Campagna è infatti un professionista del Foro, uno stretto collaboratore di Enea e Luigi Franza ed uno dei promotori della lotta agli abusi della classe dirigente.

Nel 1996 Graziano inizia la sua esperienza sulla scena della Finanza, avvalendosi con profitto della sua competenza in ambito matematico e statistico per definire alcuni piani di investimento particolarmente convenienti da svolgersi sulla Borsa tedesca e statunitense.

Guadagna così, nel breve volgere di pochi mesi, la stima e l’apprezzamento di colleghi, collaboratori ed avversari e getta le basi per l’elaborazione della sua teoria, basata sull’intuizione che porta Campagna ad identificare in un algoritmo di tendenza la soluzione utile a definire l’andamento dei Future Dax. Oltre a curare in maniera diretta e scrupolosa l’analisi dei mercati azionari, Graziano Campagna si dedica attivamente a Forex e Trading.

Graziano Campagna chiarisce come muoversi nel trading sul forex

A questo proposito, l’esperto di Finanza di origine avellinese non ha mancato di sottolineare a più riprese come questi istituti rappresentino spesso, a suo modo di vedere, delle mere campagne di pubblicizzazione atte più a favorire broker ed operatori finanziari che a determinare un effettivo ritorno economico dei principianti, sulle cui illusioni di guadagno si fondano tali mercati.

Infatti, considerando la difficoltà implicita delle negoziazioni, si tende a gettare fumo negli occhi dei risparmiatori omettendo di rimarcare che più del 90% degli investitori tende a perdere i propri guadagni entro i primi sei mesi dall’avvio dell’investimento e facendo leva sulla sottile fetta di utenti che, al contrario, riesce a portare positivamente a termine alcune operazioni nello stesso lasso di tempo. Secondo Campagna, in particolare, indurre i risparmiatori ad impiegare leve finanziarie troppo massicce rappresenta una vera e propria scommessa che non è possibile collocare nelle più rigide e selettive logiche che dovrebbero regolare qualsiasi investimento di carattere finanziario.

Gettare i più piccoli ed inesperti risparmiatori nella mischia rappresentata da un percorso autonomo nel mondo degli investimenti è una scelta che può rivelarsi deleteria: osservando i movimenti delle attività che interessano i mercati finanziari europei ed americani è facile intuire che entrambi i continenti vanno incontro a nuovi moti laterali ribassisti, che rendono consigliabile l’impiego di strumenti liquidi.

Solo l’analisi delle trimestrali, secondo Graziano Campagna, può essere foriera di una risalita delle quotazioni delle società interessate, che potrebbero così migliorare in breve tempo i loro massimi storici con nuovi utili. Sostiene Campagna, inoltre, che affinché il trading possa offrire buoni profitti, è sufficiente attuare stop più ravvicinati per tutte le operazioni al rialzo a, al contrario, stop distanti dal prezzo d’ingresso per le operazioni al ribasso. Così facendo sarà possibile acquisire anche profit-target migliori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *