Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

Tre elementi chiave per diventare un trader di successo

La prima regola per diventare un trader di successo è: fare trading! Stiamo scherzando ovviamente, ma è certo la base di qualsiasi attività. Non puoi raccogliere i frutti dal tuo orticello, se prima non hai piantato i semi. Fare trading può portare ad avere rendimenti consistenti, redditizi, ma anche perdite devastanti, da cui i nuovi operatori di classe media, difficilmente possono riprendersi. Le persone se lo chiedono costantemente: “fare trading non è un po’ come giocare d’azzardo?“. Questa domanda mi fa sorridere ogni volta. Ma capisco che un “estraneo” alla materia, può farsela, me la sono fatta anch’io all’inizio!

Coloro che desiderano entrare in questo mercato, devono rispettare la sua vastità e la sua profondità. Il mercato azionario non è una giungla come dicono i vecchi cliché, dove tutti sono pronti a scannarsi e a scannarti. Bisogna avvicinarsi al trading con scopo, disciplina, apertura mentale e sopratutto, tanta, ma davvero tanta pazienza. Ecco, questo è il primo vero elemento chiave.

Quello che cerco di dire a tutti è che se sono persone normali, con uno stipendio normale e vogliono fare trading per diventare i prossimi Warren Buffett, allora lasciate perdere, perché molto probabilmente andrete in contro a perdite che non vi potevate permettere e cadrete in una profonda depressione. Questa affermazione è ancora più vera, visto l’andazzo dei mercati degli ultimi anni. Avere successo, non dipende da una sola componente, ma da tre risorse, che rappresentano i capisaldi del trading. Queste risorse le possiamo suddividere in:

  • Analisi comportamentali
  • Analisi fondamentale
  • Analisi tecniche

Analisi comportamentali

Prima di iniziare a fare trading con una piattaforma qualsiasi come Metatrader 5, ad esempio, devi capire che cos’è il mercato. Il mercato è una sede o un ambiente, dove viene determinato il punto di equilibrio tra domanda e offerta di un determinato asset. Domanda e offerta vengono influenzate dal numero di acquirenti e venditori che partecipano al mercato. Mentre i partecipanti si spostano per trovare il punto di equilibrio tra domanda e offerta, il mercato è soggetto a varie forze che spostano costantemente il vantaggio tra acquirenti e venditori. Queste forze, riflettono la psicologia di base del mercato. Pertanto, per avere successo, è importante sviluppare una forte comprensione di queste forze, che influenzano l’andamento del mercato.

Analisi fondamentale

Questo è uno dei due approcci fondamentali all’analisi di mercato e resta la metodologia principale tra i trader odierni. L’analisi fondamentale si riferisce all’uso di report, dati economici, newsfeed e altri media informativi, che sono direttamente connessi al valore di un asset o di un bene. I trader possono controllare questi dati, per formulare le proprie analisi fondamentali, sia online, su canali come fibogroup.it, oppure altre tipologie di media più classiche, come Bloomberg e Reuters, oltre alle fonti tradizionali, come le assemblee degli azionisti. I trader più esperti, quelli che prediligono le posizioni di trading a lungo termine, preferiscono utilizzare spesso le fonti interne alle società per ottenere informazioni “di primo pelo” sui beni e gli asset da scambiare.

Analisi tecniche

Si tratta del secondo approccio fondamentale all’analisi di mercato e molte volte viene frainteso. L’analisi tecnica non prevede soltanto l’uso di strumenti e processi, la maggior parte dei quali, si fondano su matematica e scienza. Più precisamente, l’analisi tecnica può essere utilizzata per misurare la psicologia di mercato, studiandone la struttura di base. Quando un trader usa l’analisi tecnica, in realtà si pone la domanda: “Cosa sta cercando di dirmi il mercato?“. Per cui, l’applicazione profittevole di qualsiasi strumento o sistema di Analisi Tecnica, deve rispondere sostanzialmente a questa domanda.

Per concludere, un trader di successo, deve comprendere la struttura del mercato. Tutti i modelli di Analisi Tecnica, devono iniziare con la comprensione della struttura del mercato. I trader, solitamente, sono indottrinati all’analisi tecnica attraverso l’utilizzo di linee di tendenza e canali, per determinare i livelli di supporto e resistenza. Altre forme di analisi tecnica che studiano la struttura del mercato sono: Teoria di Dow; Teoria delle onde di Elliott; Rapporti di Fibonacci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *